TopCinema.it

We love movies

Seguici su Google+Topcinema su YoutubeSeguici su TwitterSeguici su FacebookSottoscrivi
   

The Butler un Maggiordomo alla Casa Bianca: Recensione

Novità

The Butler un Maggiordomo alla Casa Bianca: Recensione | TopCinema.it

Nessun commento
The Butler un Maggiordomo alla Casa Bianca: Recensione
24 gennaio 2014  |  Nessun commento  |  News

The Butler un Maggiordomo alla Casa Bianca Recensione | TopCinema.it

Abbiamo visto “The Butler: un Maggiordomo alla Casa Bianca”, lo diciamo sin da subito: ci è piaciuto.
Ciò che forse non ci è piaciuta è stata la scelta di pomparlo a dismisura, in primis da Obama, che ne esce vittorioso (sotto il punto di vista dell’immagine), rilasciando addirittura delle interviste in cui dice che ha “provato una profonda commozione durante la visione del Film”.
Il nostro compito, però, è quello di esprimere pareri cinematografici, e non politici (nonostante lo stesso Obama ci sia parecchio simpatico), pertanto procederemo a recensire il film, al di là dei temi politici.

La prima cosa che abbiamo pensato una volta che sia finito il Film, è stato la Nomination di Jennifer Lawrence agli Oscar come Miglior Attrice NON Protagonista: Oprah Winfrey non è una grande attrice (e se questo è il suo massimo, probabilmente non lo sarà mai), ma oggettivamente ha regalato una performance nettamente superiore a quella della Lawrence, nonostante quest’ultima sia riuscita a caratterizzare il personaggio in maniera ottima.
Parlando del Film in generale, possiamo dire che “The Butler” è stato un gran bel film, ma lontano dall’essere conisderato un capolavoro.
La storia si presenta come uno spaccato degli ultimi 50 anni di storia americana: si parte dal presidente Eisenhower, per finire a Ronald Regan: viene dato largo spazio alla lotta dei diritti civili da parte dei neri d’America, delle barbarie che sono stati costretti a subire, del rapporto familiare e, non meno importante, del rapporto Padre/Figlio.

La storia commuove, arriva dritto al cuore, ma sembra si voglia limitare solo ed esclusivamente nell’essere biografica e non ad approfondire determinati temi e concentrarsi su alcuni di essi, come ha fatto ad esempio “The Help” (quello si che è un capolavoro!) ha fatto.
Causa l’etnia dei protagonisti e l’attivismo del figlio del protagonista nella lotta ai diritti delle persone di colore, sembra che in più di un’occasione Lee Daniels (il regista) voglia attaccarsi a questo tema, salvo poi rendersi conto che questo è un film biografico e fare di conseguenza dietro front.
La performance del Cast di “The Butler” è stata degna di nota, soprattutto per quegli attori che si sono limitati a fare una piccola comparsa nel Film: detto di Oprah in apertura, segnaliamo anche la performance del protagonista Forest Whitaker (ci sembra più adatto ora all’Oscar che con “L’Ultimo Re di Scozia”) e degli altri protagonisti.
Ci teniamo a menzionare anche Lenny Kravitz che, dopo Hunger Games, consigliamo di mollare la chitarra un po’ più spesso in favore di qualche ruolo cinematografico.

“The Butler: un Maggiordomo alla Casa Bianca” è stato per noi un gran bel film,che sa arrivare dritto al cuore nonostante sia lontano dal poter essere considerato un capolavoro.

Scheda Film

Marco De Natale

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 6.0/6 (1 vote cast)
The Butler un Maggiordomo alla Casa Bianca: Recensione, 6.0 out of 6 based on 1 rating
Fai Share anche tu su TopCinema.it !
Commenti
Lascia il tuo commento
Nome:  (richiesto)

Email:  (richiesto, ma non sarà pubblicato)

Website:  (non obbligatorio)

Messaggio:  (richiesto)

 

ADV

Intervista a Giovanni Veronesi
Facebook Fans

In Uscita Questa Settimana
Copyright TopCinema.it © 2010-2015. All Rights Reserved. info@topcinema.it
Back to page top