TopCinema.it

We love movies

Seguici su Google+Topcinema su YoutubeSeguici su TwitterSeguici su FacebookSottoscrivi
   

Corpi da Reato: Recensione

Novità

Corpi da Reato: Recensione | TopCinema.it

Nessun commento
Corpi da Reato: Recensione
21 novembre 2013  |  Nessun commento  |  News

Corpi da Reato Recensione | TopCinema.it C’è una cosa nel mondo del cinema che illude produttori e registi, una cosa vecchia come il sonoro nei primi film cinematografici, che il più delle volte non funziona, o meglio, sul sottoscritto non ha mai funzionato: l’uso eccessivo delle parolacce.
Lo stereotipo secondo il quale, più si abbonda in parolacce più si procura ilarità, è un’equazione infelice che ultimamente, non sta trovando terreno fertile.
Dietro una grossa e fragorosa risata ci sono le situazioni, i momenti goliardici, e perché no, accompagnati magari da qualche parolacce o parola non edulcorata.
Caso anomalo è questo film.

Il 90% dei discorsi contengono parole pesanti e, quando non vengono usate questo tipo di parole, si fa chiaro riferimento a situazioni sgradevoli che hanno a che fare con il deretano.
Ammettiamo che vedere il film in lingua originale è tutt’altra cosa e che, probabilmente, buona parte di questo tipo di esclamazioni colorite non sono presenti, ma in lingua italiana, “Corpi da Reato” è senza dubbio il festival della parolaccia.
La sceneggiatura è molto intrigante, Sandra Bullock è nella parta (anche se rispetto ad una commedia come “The Proposal” è molto sottotono), la regia è dinamica, veloce, non appesantisce ulteriormente la pellicola.

I primi minuti, bisogna ammettere che ci sono scene che lasciano scappare qualche risata, ma più avanti si va e più non si vede l’ora di capire chi sia il narcotrafficante, giusto per mettere la parola fine al film.
Lo sceneggiatore è bravo nel corso della pellicola a insospettire lo spettatore più di una volta, ma col passare del tempo risulta diventare realmente pesante il film a causa dell’eccessiva scurrilità.
Alla fine, facendo un rapido resoconto, ci si accorge che i momenti migliori, quelli in cui realmente ci si è fatti qualche risata erano quelli ove le parolacce, gli insulti e i deretani delle persone non comparivano assolutamente.
Film insulso, quindi, proprio a causa delle ripetute offese che Melissa McCarthy rivolge a destra e a manca.
Per concludere voglio citare un Film, che sicuramente è la miglior Commedia di questo 2013: “Come Ti Spaccio la Famiglia”
Nel Film sopracitato più volte si sbocca, più volte si cerca gratuitamente la parolaccia, ma la differenza è che non si eccede mai e non si fa uso gratuito di essa per stimolare le risate delle persone.

Marco De Natale

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.3/6 (3 votes cast)
Corpi da Reato: Recensione, 5.3 out of 6 based on 3 ratings
Fai Share anche tu su TopCinema.it !
Commenti
Lascia il tuo commento
Nome:  (richiesto)

Email:  (richiesto, ma non sarà pubblicato)

Website:  (non obbligatorio)

Messaggio:  (richiesto)

 

ADV

Intervista a Giovanni Veronesi
Facebook Fans

In Uscita Questa Settimana
Copyright TopCinema.it © 2010-2015. All Rights Reserved. info@topcinema.it
Back to page top