TopCinema.it

We love movies

Seguici su Google+Topcinema su YoutubeSeguici su TwitterSeguici su FacebookSottoscrivi
   

il Grande Gatsby 3D: Recensione

Novità

Nessun commento
il Grande Gatsby 3D: Recensione
12 dicembre 2013  |  Nessun commento  |  News

il Grande Gatsby 3D Recensione | TopCinema.it

Baz Luhrmann è un regista Australiano nato a Sydney, con una spiccata vocazione per i film sentimentali.
Il suo marchio di fabbrica è quello di creare scenografie pompose, forti, ai limiti del paradossale unite sempre da una storia d’amore tra due persone.
Ciò che innegabilmente gli riesce bene è proprio quello di creare scene visivamente d’impatto, molto barocche e piene di sfarzi che, talvolta, poco hanno a che fare con una storia d’amore.
Ne “il Grande Gatsby 3D” tutto questo c’è ed è l’elemento chiave della storia.
Con “Asustralia” e “Moulin Rouge”, Luhrmann ha ecceduto nel rappresentare la sua visione del film: questa volta, inece, la sua visone del film sposa tremendamente bene con il McGuffin della pellicola.

Solitamente eccessivi, questa volta le feste, i balli, gli eventi mondani sono solo un mero segno d’apparenza: Jay Gatsby si nasconde dietro questi party per un sentimento molto più grande del suo enorme castello di Long Island.
Volendo trovare un’altra differenza con i film precedentemente diretti dal regista australiano, possiamo dire che una simile storia non poteva dirigerla altro che lui.
Per usare le parole di Nick Carraway, il personaggio interpretato da Tobey Maguire, le feste e l’intero film sono “un Carnevale Kaleidoscopico”, nonostante si celi dietro ad una maschera il voler rappresentare un’intensa e passionale storia d’amore.
il Jay Gatsby interpretato da DiCaprio è come il film stesso: vedendo il materiale promozionale (locandine, trailer, wallpaper ecc…) ci si fa un’idea assolutamente sbagliata, non si può ridurre il Film a scenografie d’impatto, un effetto 3D mozzafiato e ad un Grande DiCaprio.
il Grande Gatsby è molto di più.

Una volta detto quanto abbia influito positivamente Baz Luhrmann ed il suo stile (nonostante a parer di chi scrive non piace affatto), parliamo di Leonardo DiCaprio.
È uno SCANDALO che il miglior attore under 50 in circolazione, non abbia ancora vinto un Premio Oscar, riconoscimento che più volte ha dimostrato di meritare.
Come in ogni sua performance, questa volta DiCaprio plasma, ai limiti del possibile, il personaggio che interpreta, anche se molto difficile.
Tobey Maguire, invece, finalmente ha trovato un ruolo degno delle sue capacità: insulso e fuori luogo nei panni di Peter Parker nella Trilogia di Raimi, questa volta prende le sembianze di un ragazzo premuroso, gentile e affabile.
Il resto del Cast è ottimo, peccato solo per il personaggio di Isla Fisher, dove vengono riservati al massimo 15 minuti.
Ultimo aspetto degno di nota è la versione 3D: abbiamo preso visone solo di 30 minuti circa della pellicola in stereoscopia e l’effetto stereoscopico è uno dei migliori visti ultimamente, sintomo che girare un Film in 3D nativo da i suoi frutti.
Altamente consigliato per chi vuole una bella storia, una storia d’amore e per chi vuole strabuzzarsi gli occhi davanti ad effetti visivi che quasi mai si trovano in un film d’amore.

Scheda Film

Marco De Natale

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 4.7/6 (3 votes cast)
il Grande Gatsby 3D: Recensione, 4.7 out of 6 based on 3 ratings
Fai Share anche tu su TopCinema.it !
Commenti
Lascia il tuo commento
Nome:  (richiesto)

Email:  (richiesto, ma non sarà pubblicato)

Website:  (non obbligatorio)

Messaggio:  (richiesto)

 

ADV

Intervista a Giovanni Veronesi
Facebook Fans

In Uscita Questa Settimana
Copyright TopCinema.it © 2010-2015. All Rights Reserved. info@topcinema.it
Back to page top