TopCinema.it

We love movies

Seguici su Google+Topcinema su YoutubeSeguici su TwitterSeguici su FacebookSottoscrivi
   

Millennium: Uomini Che Odiano Le Donne – Recensione

Novità

Nessun commento
Millennium: Uomini Che Odiano Le Donne – Recensione
15 febbraio 2012  |  Nessun commento  |  News

Millennium: Uomini Che Odiano Le Donne Recensione - TopCinema.it

Siamo chiari, “Millennium: Uomini Che Odiano Le Donne” diretto da David Fincher non è, e non sarà mai, una pietra miliare del Cinema contemporaneo.
Chiarito questo piccolo punto passiamo all’aggettivo che caratterizza due ore e mezza di film: Capolavoro.
Sebbene può sembrare in netto contrasto la prima dichiarazione con la seconda, il primo capitolo di una (sempre più probabile) trilogia è una delle migliori pellicole viste nel primo scorcio del 2012.
Registicamente il film è QUASI impeccabile: l’unica nota dolente , se proprio vogliamo trovare necessariamente una sbavatura, è la prima parte che risulta essere macchinosa e  ”lenta” se rapportata all’intero film, o peggio ancora, alla parte centrale.

Quando si dice Thriller…. Da oggi penserò a questo film, oltre che a quel capolavoro del Primo Film sull’enigmista, “Saw” che ha inaugurato un Franchise di pellicole splatter/horror.
Dark e crudo all’ennesima potenza , il film rende pienamente giustizia al libro di Stieg Larsson, mostrando senza esagerare i fatti nudi e crudi, così come venivano descritti nel romanzo.
Volendo socchiudere un occhio sulla prima mezz’ora, la parte centrale del film subisce un’improvvisa accelerata quando il giornalista Mikael Blomkvist incontra l’investigatrice privata  Lisbeth Salander : guai, sorprese e colpi di scena procedono in maniera veloce, attribuendo così, un plauso ancora maggiore per il regista David Fincher , bravo anche a non farsi prendere dall’euforia e dalla necessità di raccontare la storia in meno di 150 minuti.
Gli eventi, anche quelli di minore spessore ai fini della storia, si susseguono veloci ma non si accavallano, sebbene il Cast offre un notevole supporto al regista.

Millennium: Uomini Che Odiano Le Donne Recensione - TopCinema.it I tre personaggi più importanti vengono interpretati da Daniel Craig, Rooney Mara e Stellan Skarsgård.
Dei tre il peggiore risulta essere proprio lo svedese Stellan Skarsgård che qui offre una performance superiore a quella di “Mission Impossible: Protocollo Fantasma” , ma comunque inferiore se rapportata a quella dell’intero Cast.
Daniel Craig è perfettamente calato nella parte, ma sembra avere quel pizzico di convinzione in meno, che non può valergli una Candidatura (giustamente non arrivata) agli Oscar.
La migliore in assoluto è senza alcun ombra di dubbio la Lisbeth Salander interpretata da Rooney Mara : avendo visto tuute le interpretazioni delle colleghe candidate all’ Oscar come Miglior Attrice , posso assolutamente attribuirle (per quanto mi riguarda) il più prestigioso tra i premi dell’Academy.
Mai banale, mai gentile e sempre scontrosa, la Salander di Rooney Mara è una dannata stronza che verrebbe da prendere a schiaffi se si presentasse davanti a noi.

Tirando le somme, quest’adattamento del romanzo “Uomini Che Odiano le Donne” vale assolutamente la pena vederlo , anche perché, come precedentemente affermato, ci troviamo di fronte ad un capolavoro del genere Thriller, confermando ancora una volta, qualora ce ne fosse davvero bisogno, che Fincher è uno dei 10 Migliori Registi attualmente in circolazione .

Marco De Natale

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 6.0/6 (1 vote cast)
Millennium: Uomini Che Odiano Le Donne - Recensione, 6.0 out of 6 based on 1 rating
Fai Share anche tu su TopCinema.it !
Commenti
Lascia il tuo commento
Nome:  (richiesto)

Email:  (richiesto, ma non sarà pubblicato)

Website:  (non obbligatorio)

Messaggio:  (richiesto)

 

ADV

Intervista a Giovanni Veronesi
Facebook Fans

In Uscita Questa Settimana
Copyright TopCinema.it © 2010-2015. All Rights Reserved. info@topcinema.it
Back to page top